Indietro

Inserita martedì 4 settembre 2012

Si Performer Soundcraft

I nuovi mixer Soundcraft Si Performer.

Marchi correlati:

SOUNDCRAFT


La nuova linea di console digitali presentate da Soundcraft si basa sulla medesima struttura dei mixer della serie Si Compact, ma si distinguono per integrare anche funzionalità di controllo di sistemi lighting via DMX.
Infatti, i nuovi mixer Soundcraft Si Performer sono in grado di utilizzare i fader motorizzati, la funzionalità proprietaria FaderGlow (per illuminare con colori diversi gruppi di fader in base alla loro assegnazione – FX, Stereo, Linked Mono, GEQ, POST Fade Aux, PRE Fade Aux), ed il sistema di automazione per mettere a disposizione un lighting-controller automatizzato.

Esplicitamente rivolti ad applicazioni d’uso all’interno di scuole, chiese, teatri e strutture conference in cui si richiedono caratteristiche di flessibilità nel controllo audio/luci, il modello Si Performer 2 mette a disposizione 24 ingressi microfonici e 8 ingressi di linea, mentre il modello Si Performer 3 dispone di 32 ingressi mic e 8 di linea, oltre a 4 canali per i ritorni FX. La presenza di due slot permette l’inserimento di card I/O opzionali per consentire l’espansione tramite le stagebox Soundcraft oppure l’utilizzo delle card per la serie ViSi Connect di Soundcraft, ampliando la capacità di ingresso a 80 ingressi, o per fornire le interfacce d’ingresso CobraNet, AVIOM o AES.

L’integrazione di una porta DMX512 offre l’accesso al controllo lighting; la prima release software fornisce quattro scene master (A-D) con canali slave associati disponibili sul layer di fader ALT. I fader slave possono disporre di intensità di colore o di parametri individuali, con l’ulteriore fader di livello master il quale può essere assegnato ad uno qualsiasi dei layer fader principali per fornire l’accesso simultaneo ai livelli audio e luci.

Per automatizzare il processo, le impostazioni DMX possono essere salvate insieme alle impostazioni audio tramite il sistema di snapshot del mixer, così da poter richiamare il tutto automaticamente premendo un solo tasto o inviando un comando MIDI. È anche possibile il richiamo selettivo delle sole regolazioni dei parametri audio o luci memorizzate nelle snapshot.

News tratta dalla rivista Connessioni.
Pubblicato il martedì 4 settembre 2012
Multimedia & Social