Indietro

Inserita giovedì 10 marzo 2022

Nel quartier generale dei Foo Fighters si suona le cuffie AKG K371

Nel quartier generale dei Foo Fighters si usano le cuffie AKG K371

Nel quartier generale dei Foo Fighters si usano le cuffie AKG K371

                                           
                                            Foto di proprietà del Gruppo HARMAN

Marzo 10 2022


“I rappresentanti di HARMAN sono i migliori; è molto bello lavorare con loro. Se mai abbiamo un problema con le loro soluzioni, cosa che accade raramente, sono sempre in grado di risolverle. Sono stati utilissimi per noi e li amiamo per questo”.Gli ingegneri dell'iconico studio di proprietà della celebre rock band Foo Fighters selezionano il K371 per le sue capacità di isolamento, risposta in frequenza completa e comfort generale

LOS ANGELES— Per fornire agli artisti cuffie isolate e ben bilanciate durante la registrazione e il mixaggio dei propri brani, gli ingegneri dello Studio 606 hanno scelto le comode e affidabili AKG K371 come cuffie circumaurali preferite.

Inoltre, questo spazio di registrazione all'avanguardia è famoso per essere il quartier generale dei Foo Fighters, la band plurivincitrice del Grammy Award e di numerosi altri premi.
Lo Studio 606 si è confermato negli anni un vero e proprio tesoro per gli audiofili e per gli appassionati di musica rock.
Specializzato in metodi di registrazione analogica e direct-to-tape, lo studio ospita anche la console di registrazione personalizzata Neve 8028 di Sound City, il leggendario studio dove innumerevoli artisti hanno registrato alcuni dei loro lavori più importanti.

Poiché la maggior parte delle band che registrano nelle sale dello Studio 606 preferiscono monitorare la propria performance musicale mentre suonano dal vivo all'interno deella stessa stanza, lo studio aveva necessariamente bisogno di cuffie chiuse di alta qualità in grado di fornire un isolamento acustico adeguato. Inoltre, per garantire un suono accurato per la registrazione e per il mixaggio, gli ingegneri dello studio cercavano cuffie con una risposta in frequenza bilanciata e lineare. Per soddisfare questi requisiti, la scelta è ricaduta su otto paia di cuffie AKG K371.

"Di solito i musicisti che registrano nel nostro Studio sono seduti nella stanza con il batterista, generando quindi molto rumore", ha affermato Oliver Roman, ingegnere audio presso lo studio Studio 606, che ha in seguito specificato come:

"Questa è un'enorme sala live e genera molto riberbero, quindi spesso ti trovi ad essere seduto lì cercando di combattere il suono emesso da piatti e strumenti simili. Per anni abbiato utilizzato queste cuffie che sono state fantastiche ma stavano iniziando a rompersi e non erano adatte ad isolare il suono. Se qualcuno stava facendo clic sulla traccia o ascoltava la musica con queste cuffie si poteva sentire il rumore in tutta la stanza, causando una fuoriuscita sonora rilevate. Stavamo cercando di migliorare la nostra attrezzatura a disposizione e le cuffie AKG K371 ci hanno permesso di farlo isolando molto bene e permettendoci comunque di sentire la vivacità della stanza".

Dotate di trasduttori da 50 mm con bobine vocali in rame puro oxygen-free alloggiate in un design leggero ed elegante, le K371 offrono audio e comfort adeguatamente isolati in modo che i musicisti che registrano insieme nella sala live possano ascoltare chiaramente i loro singoli mix mentre continuano a sentire la musica nel resto della stanza. Un batterista, ad esempio, avrà bisogno che il suo mix di cuffie sia sufficientemente alto da superare il suono della batteria. Dopo aver provato numerosi marchi, lo studio ha scoperto che le AKG K371 offrivano la migliore uscita e isolamento senza distrarre o ostacolare gli artisti durante la registrazione.

Sempre Roman ha spiegato come:

“Le cuffie AKG K371 sono state abbastanza brave a mascherare anche il suono emesso dai batteristi che utilizzavano più microfoni, permettendo di offrire un ottimo equilibrio tra isolamento e capacità di sentirsi come se stessi ancora suonando live. Molte band che vengono nel nostro studio vogliono sentirsi come se non stessero indossando le cuffie, e queste sono così comode che ti dimentichi persino di indossarle".

In più, con una risposta in frequenza uniforme da 5 a 40.000 Hz, le K371 assicurano che i mix si traducano in modo accurato e coerente verso i monitor da studio e altri altoparlanti. Dall'ascolto attento in studio all'uso occasionale a casa, le K371 offrono un suono chiaro ed equilibrato in qualsiasi ambiente.

"Qualunque rumore tu senta nella sala di controllo, vuoi provare la stessa cosa fuori nella sala di rilevamento per dare al giocatore la migliore prestazione"- ha aggiunto Roman appoggiandosi ad una metafora sportiva - “Con altre cuffie che ho provato ho rilevato talvolta delle strane frequenze medie in corso, quindi, quando le togli e vai nella sala di controllo, le tue registrazioni suonano completamente diverse. Con le AKG K371 è quindi più facile prendere decisioni di equalizzazione e compressione poiché sono piuttosto piatti in termini di frequenza e molto facili da ascoltare. Le tue orecchie non si affaticano dopo averle utilizzate a lungo, il che è davvero bello quando stai monitorando, registrando o mixando."

Queste cuffie sono state una gradita novità alla crescente collezione di apparecchiature HARMAN già in possesso allo Studio 606. Roman ha, infine, ringraziato HARMAN per la loro affidabilità e il continuo supporto dello studio:

“I rappresentanti di HARMAN sono i migliori; è molto bello lavorare con loro. Se mai abbiamo un problema con le loro soluzioni, cosa che succedere raramente, sono efficentissimi nel risolverle. Si sono sempre rivelati utili per noi e li amiamo per questo”.

Pubblicato il giovedì 10 marzo 2022
Multimedia & Social