Indietro

Inserita lunedì 21 febbraio 2022

Calrec e le Olimpiadi invernali di Pechino 2022

Pechino 2022: ecco come l'audio ha beneficiato delle difficoltà dovute alle restrizioni per il Covid-19 e dalla distanze geografiche.

Mentre le Olimpiadi invernali del 2022 di Pechino si sono ufficialmente concluse con la cerimonia di chiusura del "Nido d'uccello" tenutasi ieri alle ore 13:00 circa nella cornice dello stadio nazionale di Pechino, con l'Italia che ha sfilato guidata dalla portabandiera Francesca Lollobrigida, vincitrice in questa edizione della competizione dei cinque cerchi di due delle 17 medaglie azzurre, un occhio si è già proiettato al prossimo evento di Milano-Cortina 2026 ma confermando le svariate difficoltà che l'organizzazione di un evento di tale portata in un periodo storico come questo possa comportare.

Questa edizione olimpionica ha richiesto diversi espedienti organizzativi, a partire dalla creazione artificiale della neve, uno degli elementi fondamentali di questa competizione, per poi ritrovarsi necessariamente a dover prendere le misure con il peggior disastro medico del secolo, il Covid-19.
Ma come disse Albert Einstein, infatti, "nel mezzo delle difficoltà nascono le opportunità" e, pertanto, dalle problematiche relative alle interruzioni dovute dalla pandemia si è riuscito a rilanciare un elemento fondamentale come l'audio: infatti con l'occupazione degli spettatori in forma ridotta dei palazzetti veniva mancare il classico rumore del tifo e, inoltre, anche la decisione di non applicare il suono artificiale della folla (un'impresa tecnica elevata a forma d'arte per lo sport durante la pandemia) ne comportava che i telespettatori da casa erano in grado di fruire del suono degli sport invernali in una maniera del tutto inedita, come non avevano fatto mai prima d'ora.

               Mike DiCrescenzo delle Olimpiadi della NBC ha mixato lo spettacolo in prima serata in un coinvolgente suono 5.1.4

Mike DiCrescenzo delle Olimpiadi della NBC ha mixato lo spettacolo in prima serata in un coinvolgente suono 5.1.4

A tal riguardo Karl Malone, regista e sound designer per NBC Sports e NBC Olympics ha affermato come:

"siamo portati a pensare che ogni Olimpiadi dovrebbe diventare un po' più semplice da organizzare e gestire"

In realtà è l'esatto contrario, infatti, come nel caso dei Giochi Invernali di Pechino 2022 è stato tutto più difficile, basti pensare come questo evento sia iniziato ​​appena sei mesi dopo la chiusura dei Giochi estivi di Tokyo.
Se si pensa come sia stata complicata la realizzazione di Tokyo 2020 andato in scena proprio a metà pandemia, infatti, fanno ancora più rumore i dati che mostrano come le Olimpiadi di quest'estate siano state, probabilmente, l'evento che può vantare il maggior successo dal punto di vista audio. Nello specifico, nonostante le regole del Playbook olimpionico vietassero categoricamente la partecipazione di fan internazionali e locali, la corposa presenza dei membri delle squadre in gara all'interno dei palazzetti è stata l'occasione per registrare alcune reazioni come se gli spettatori fossero presenti sugli spalti. Come riportato sempre da Karl Malone, infatti:

“La cosa più importante è che siamo stati in grado di scendere nei dettagli del suono specifico dello sport, cosa che non abbiamo mai avuto l'opportunità di fare con un'Olimpiade e con così tanti eventi sportivi contemporaneamente. Non usare il suono della folla aumentato ci offre la possibilità di avvicinarci ai suoni dei Giochi, alla resistenza fisica e all'esperienza degli atleti".

Sulla scia delle Olimpiadi estive di Tokyo, la logistica delle Olimpiadi invernali è stata una sfida per le emittenti con la problematica delle costrizioni della catena di approvvigionamento globale che hanno aggiunto un nuovo livello.

                 

I sistemi remotati sono stati testati al Beijing Field Shop.

Tra le problematiche relative alla logistica per eventi sportivi di grandi dimensioni così ravvicinati, Karl Malone spiega quale fosse la difficoltà più grande:

"Dovere spedire direttamente da Tokyo a Pechino significava che non avremmo messo le mani su tutta la nostra attrezzatura tecnica fino a quando non fosse stata rilasciata dalla dogana cinese e nel nostro magazzino di Pechino. Alla fine è successo a novembre, ed è stato allora che abbiamo iniziato a ricostruire i nostri sistemi e ricollegarli alla sede centrale di NBC Sports a Stamford per i test. Abbiamo deciso di potenziare i nostri flussi di lavoro remoti, che abbiamo utilizzato in una forma o nell'altra da Torino 2006 e ai quali ci siamo appoggiati fortemente per PyeongChang 2018, con Calrec RP1, Tieline VIA e Medialink MADI su fibra per gli Stati Uniti. Le sfide nella logistica con l'ingresso in Cina degli strumenti di lavoro solo quattro mesi fa insieme ai protocolli da cui saremmo stati interessati una volta sul campo, comportava che sapevamo di dover fare affidamento, in piena fiducia, sulle nostre tecnologie remote collaudate".

Una produzione davvero remota

Il team di produzione della NBC si è affidato all'esperienza di Karl Malone con le tecniche di produzione di tipo REMI e le migliori pratiche per creare un'esperienza e un suono di produzione a lunga distanza senza interruzioni, come spiegato sempre da Malone:

"Abbiamo deciso di mantenere tre studi nel Beijing International Broadcast Center e di gestirli tutti e tre in remoto, con la produzione completa proveniente dal nostro Stamford Production Operations Center. Stavamo producendo il nostro spettacolo notturno in prima serata del NBC Network a Stamford con uno studio a Pechino, uno a Stamford e uno al SoFi Stadium di Los Angeles durante la settimana del Super Bowl. Portare lo spettacolo in prima serata a Stamford ha innalzato la struttura ad una capacità tecnica di otto studi e sale di controllo della produzione insieme a quattro camion remoti sulla banchina di carico che producono due sedi di hockey di Pechino e gli eventi Extreme Park Freestyle, nonché le cerimonie di apertura e chiusura . Ciò significava che non c'erano console audio fisiche a Pechino che si occupassero di quei quattro locali o dei tre studi dell'IBC di Pechino. Tutto è stato controllato dalle console Calrec Artemis che abbiamo a Stamford utilizzando gli RP1 a Pechino per creare mix-minus locali e indirizzare i microfoni a percorsi di visione/telecamera incorporati, nonché percorsi MADI negli Stati Uniti, dove abbiamo tagliato gli spettacoli live."

Suono immersivo

L'audio immersivo è stato uno degli obiettivi principali di questo Pechino 2022 e le Olimpiadi della NBC hanno sfruttato l'esperienza più recente di Tokyo per organizzare al meglio questa edizione oltre che per implementare una gamma di apparecchiature e prodotti specifici e dedicarvi un team specializzato.
Il Senior A1/Audio Design Engineer della NBC Olympics, ​Mike DiCrescenzo, insieme al submix A1 Fred Hedemark, sono responsabili del mix audio in prima serata della rete dal vivo e dell'integrazione dei microfoni di altezza e dei mix di ciascuna sede nella trasmissione immersiva.

                 

Ryan O'Gorman è A1 per il pattinaggio di figura e lo short track. (Foto: Mike Drazin)

Sull'audio immersivo è ritornato proprio Karl Malone che ha spiegato come:

"La NBC ha prodotto lo spettacolo di rete in prima serata da Stamford in 1080p HDR con suono avvolgente Dolby Atmos sul suo servizio di distribuzione 4K negli Stati Uniti. Ogni impianto di camion/flypack che avevamo in una sede di Pechino, così come i quattro camion nella banchina di carico di Stamford, fornivano 16 canali audio costituiti da un mix di programmi NBC 5.1 completamente mixati con annunciatori NBC, ma anche 12 audio in più canali costituiti da singoli microfoni isolati e comprendenti fino a otto canali di microfoni di altezza che sono stati mixati dal vivo nei quattro canali in alto. Avere un'unica location e un team di mixaggio per la produzione della trasmissione ci garantisce un approccio e una filosofia coerenti su come vogliamo che i mix sportivi suonino per il pubblico in prima serata. La sala di controllo dell'audio in prima serata è stata ricostruita durante le vacanze con altoparlanti JBL 708 in una configurazione 5.1.4 sopraelevata, insieme a aggiornamenti di misurazione immersivi ai nostri misuratori RTW. Abbiamo fatto un ottimo uso in tutte le sedi, incluso il nostro set per il Super Bowl. Ancora una volta, la coerenza dell'utilizzo degli stessi microfoni nelle sedi di Pechino e negli Stati Uniti aiuta nel nostro controllo degli aspetti creativi della produzione".

Catturare effetti e sound design
La quantità di appassionati presenti negli impianti è, come ricordato in precedenza, ridotta al minimo dentro e nei dintorni delle sedi di Pechino ma, allo stesso modo, ha contribuito a isolare e catturare molti dei suoni tipici degli sport, in particolare, di quelli sul ghiaccio che, sulla scia delle polemiche che hanno travolto la pattinatrice russa Kamila Valieva, hanno generato grande interesse in tutto il mondo. Come affermato nuovamente da Malone, infatti:

"I microfoni a contatto 'Underwater' o 'under-ice' hanno aiutato con il controllo degli eventi di pattinaggio di figura, magnificamente mixati da NBC A1 Ryan O'Gorman. La natura dei microfoni a contatto aiuta ad ottenere il suono dei pattini senza alcuno 'schiaffo PA' dal livello sonoro della sede di 95 dB delle tracce musicali dei pattinatori che emettono suoni provenienti direttamente dal ghiaccio. Ritardare i microfoni 'over-ice crowd' in tempo con un feed diretto del PA e con microfoni ice 'puliti' consente un controllo quasi totale della qualità audio proveniente dal luogo".

Malone sottolinea come il controllo sia "quasi" totale, in quanto, "Purtroppo, non si può controllare i livelli di PA richiesti dall'atleta per la loro musica.",  aggiungendo come:

"Anche il sound design è stata una sfida in quanto non siamo stati in grado di ottenere alcun sondaggio in loco delle sedi a causa delle restrizioni COVID e abbiamo dovuto affidarci molto ai membri del nostro team cinese della NBC locale per sottoporci a sondaggi virtuali in modo da poter controllare la disposizione delle sedi e accertare le posizioni delle telecamere, le posizioni degli altoparlanti PA o solo il rumore della stanza di determinati luoghi. La NBC ha nuovamente lavorato a stretto contatto con l'emittente ospitante Olympic Broadcast Services nella richiesta di suddivisioni di alcuni microfoni host e submix dell'ambiente al fine di aiutarci a costruire la nostra copertura audio NBC degli eventi. Ad esempio, la possibilità di passare da una telecamera palmare OBS con fucile stereo BP4029 a una telecamera NBC con lo stesso microfono stereo produce una transizione senza interruzioni sia in termini di qualità che di larghezza stereo fornendo un paesaggio sonoro stabile e dinamico".

Ripensando al processo durato diversi mesi per ottenere la complessa serie di eventi in un pacchetto di trasmissione dall'altra parte del mondo, Malone si è detto stanco ma orgoglioso di un notevole lavoro di squadra.

                 

La Off-Tube Factory della NBC a Stamford dispone di cabine in cui gli annunciatori chiamano l'azione da remoto. (Foto: Mike Moutopoulos)


 

"L'operazione di Stamford è fenomenale"- afferma sempre Malone - "con oltre 1.500 membri dell'equipaggio che lavorano lì 24 ore su 24, 7 giorni su 7, molti dei quali dicono 'Buongiorno' alle 18:00. e 'Buonanotte' alle 8:00. Ovviamente, mantenere l'orario di Pechino è importante. C'è sempre lo spettacolo in prima serata, la programmazione diurna negli Stati Uniti, gli spettacoli in studio dal vivo di Twitter e Peacock, persino uno spettacolo dal vivo di TikTok in corso.-2

Infine, l'aspetto rilevante delle interviste per cui NBC ha deciso di avere tutte le squadre di annunciatori sistemate all'interno della loro Off-Tube Factory, una struttura straordinaria di cabine di annunci realizzate dall'azienda radiotelevisiva statunitense acusticamente isolate e confortevoli con un "Mini -BOC" (Broadcast Operations Centro) centrale. Gli annunciatori possono così chiamare eventi a Pechino con lanci alla velocità della luce ai loro giornalisti che intervistano gli atleti direttamente dalle sedi olimpiche. Sempre Karl Malone ha concluso affermando come:

"Siamo così orgogliosi e grati a tutti i nostri team presenti a Pechino. Le sfide quotidiane dell'essere in Cina all'interno della bolla a circuito chiuso imposta dal comitato olimpico sono innumerevoli. Raggiungere la tua sede è difficile, pieno di numerosi controlli sanitari e barriere restrittive alla circolazione anche solo per andare dall'hotel all'autobus. Credo che questo sia il gioco più impegnativo su cui molti di noi hanno lavorato, ma ci sentiamo molto fortunati ad avere l'opportunità di catturare il suono di questi giochi e di raccontare le storie degli atleti che hanno sacrificato così tanto per rispondere presenti ad uno degli appuntamenti più importanti della loro carriera. Questo sarebbe stato un risultato impossibile se non fosse stato per la passione olimpionica di NBC, sia in termini di tecnologia oltre che di produzione. Non credo che saremmo impazienti dei prossimi Giochi estivi (Parigi 2024), con così tanta eccitazione e ottimismo come lo siamo ora alla fine dei Giochi invernali di Pechino del 2022"."

Alcuni dei prodotti protagonisti dell'audio delle Olimpiadi Invernali di Pechino 2022

Ecco alcuni dei prodotti citati nell'articolo e disponibili presso il catalogo di Leading Technologies:

Console Calrec Artemis - catalogo
Altoparlanti JBL LSR708 - catalogo
Unità di riproduzione remota Calrec RP1 - catalogo

Pubblicato il lunedì 21 febbraio 2022
Multimedia & Social