Indietro

Inserita mercoledì 4 aprile 2012

Basilica Santa Maria della Salute a Venezia

LUOGO DI CULTO

Marchi correlati:

AKG

BSS

JBL


In un contesto di ineguagliabile bellezza, al centro di uno dei panorami più famosi del mondo, praticamente di fronte a San Marco su quella che viene definita la “Punta Dogana”, spicca la cupola della Basilica di Santa Maria della Salute di Venezia. Ed è proprio al suo interno che la ricchezza della storia e le tecnologie più moderne si sposano perfettamente per completarsi a vicenda e rendere fruibili le funzioni del luogo sacro a chiunque vi entri. La particolarità della sua architettura infatti, rende impossibile poter assistere e ascoltare da tutte le posizioni la funzione, che può essere svolta da tre diversi altari e a volte contemporaneamente da due di questi, limitando il numero di fedeli coinvolti. La chiesa può essere suddivisa in tre grandi blocchi. Entrando dal portale sul Canal Grande, quasi di fronte a Piazza San Marco, si incontra la “rotonda grande”, cioè la parte sottostante la cupola che dall’esterno domina la città. Questo grande ottagono è a sua volta suddiviso in due sezioni circolari concentriche. Nel perimetro esterno a destra e sinistra, diametralmente opposti, sono collocati i due altari minori: S. Antonio, arricchito tra l’altro da una tela del Tiziano, e S. Girolamo. Arrivati sul lato opposto dell’ingresso si incontra un’apertura di pochi metri che unisce questo primo grande blocco ad un secondo di forma quasi ovale, più piccolo, dove però è presente l’Altare Maggiore dal quale vengono celebrate normalmente le funzioni principali. Il terzo blocco è rappresentato dalla parte retrostante l’Altare Maggiore con un ampio coro ligneo, la soprastante cantoria con lo splendido organo Dacci di fine ‘700, e dalle stanze laterali facenti parte della sacrestia. Soltanto nell’area antistante l’altare maggiore sono presenti in maniera stabile le panche per i fedeli, mentre la rotonda grande viene allestita di volta in volta a seconda dell’altare dal quale viene celebrata la messa, S. Antonio o S. Girolamo. Ma la struttura viene spesso utilizzata anche per eventi speciali come quello in occasione delle visita del Santo Padre a Venezia del 2011 o la ricorrenza annuale della Festa della Salute. È proprio in queste celebrazioni che data la grande affluenza di pubblico diventa impossibile, per chi si trova nei pressi degli altari laterali, poter partecipare attivamente alle funzioni o alle conferenze che si svolgono sull’altare maggiore. Per questi motivi sono stati installati in tutta la basilica diffusori audio e monitor video che ripetendo i segnali ripresi dagli altari dove si svolge l’evento, possono rendere partecipi tutti i presenti, anche se non direttamente a vista dell’oratore. Le dimensioni stesse delle colonne portanti della cupola sono tali da oscurare sia alla vista che all’udito i celebranti. Questo è uno dei motivi per i quali la scelta del sistema di diffusione audio si è orientata verso un impianto distribuito, in modo da poter garantire l’ascolto in ogni angolo, anche il più nascosto, della chiesa. Un sistema con pochi punti di emissione anche se molto direttivi, infatti, non sarebbe stato sufficiente a coprire correttamente ogni area senza produrre zone d’ombra, avrebbe creato problemi di ritardi in un ottagono dove si devono poter diffondere segnali provenienti da tre diverse direzioni, e non avrebbe potuto sfruttare l’assorbimento da parte di pubblico in zone ben precise per evitare le riflessioni sul pavimento. La necessità di diffondere inoltre segnali di livello molto basso in sottofondo, come nel caso del “Santo Rosario” che si recita all’altare maggiore e deve poter essere ascoltato girando attorno alla rotonda grande, sposa perfettamente questa filosofia progettuale, dove l’ascoltatore non è mai a più di tre o quattro metri da un diffusore. Sono 24 i diffusori JBL CBT 100LA distribuiti sulle colonne e sul perimetro della rotonda grande della basilica, mentre due dello stesso modello supportati lateralmente da altri due JBL CBT 50LA servono la zona dell’altare maggiore. Altri 4 CBT 50LA diffondono il segnale nel coro, sulla cantoria e in sacrestia. Un processore BSS Blu 100 con un modulo aggiuntivo da 8 ingressi BSS Blu BIB ed uno da 8 uscite BSS Blu BOB per un totale di 20 ingressi su 16 uscite, gestisce tutti gli ingressi e le 10 differenti zone, che possono così cambiare livelli, equalizzazione e ritardi a seconda delle condizioni di utilizzo. Si può in questo modo celebrare la Santa Messa da uno qualsiasi dei tre altari, Maggiore, S. Antonio o S. Girolamo dotati di microfoni AKG serie GN con capsule ipercardioidi CK33 garantendo l’informazione acustica in tutta la Basilica oppure si può suddividere in aree diverse di ascolto celebrando due differenti funzioni contemporaneamente. E’ inoltre possibile inviare indipendentemente a coro, organo e registratore su memoria USB Denon DN-F650 i segnali che interessano. Le funzioni del processore non si limitano a questo, ma consentono di realizzare un’interfaccia di controllo del sistema audio su una schermata di PC con pulsanti per il richiamo dei preset, controlli di livello e, mediante la porta seriale programmabile e la logica interna che permette di inviare stringhe di controllo in rete, controllare anche altri apparati in modalità manuale o automatica. Il sistema, come da progetto realizzato da Marco Salviati di Volume S.r.l. che come azienda del Gruppo Mediacontech assieme a Euphon Communication S.p.A. ha seguito anche l’installazione, è infatti predisposto per puntare automaticamente le telecamere tipo “dome”, presenti nella struttura, sui microfoni in funzione in ogni istante, commutando mediante la matrice video quella interessata. Completano l’impianto audio cinque amplificatori Crown serie CDi, due radiomicrofoni AKG WMS 4500 con un palmare con capsula C 535 WL 1 ed un lavalier con capsula CK 77 WRL, due caricabatterie da tavolo e una coppia di antenne attive posizionate nella zona di transito fra la cupola e l’altare maggiore per coprire tutte le zone.

Prodotti utilizzati

Codice Nome Quantità
AK2765H00220 Capsula microfonica a condensatore ipercardioide 1
JBCBT50LA Diffusore a colonna 8x2", 100 W/8 Ohm, 20° copertura verticale, nero 6
JBCBT100LA Diffusore a colonna 16x2", 200 W/8 Ohm, 15° o 40° copertura verticale, nero 24
BSBLU100 Processore digitale, 12 IN/8 OUT con BLU-Link 1
BSBLUBIB (Break-In Box) Input Expander 1
BSBLUBOB1 8 canali analogici Break-Out-Box mezza unità rack 1
DMDNF650 Registratore digitale a stato solido su SD/SDHC card o USB 1
Pubblicato il mercoledì 4 aprile 2012
Multimedia & Social